Grande successo anche per il secondo appuntamento della manifestazione al Ristorante Barbesin di Castelfranco Veneto. A brillare la cucina tradizionale veneta illuminata dalla stella di Ana Roš

Prosegue a grandi passi il cammino dell’edizione 2012 di Cocofungo e lo fa confermando tutte le aspettative. È stato il Ristorante Barbesin di Castelfranco Veneto il teatro della seconda cena-evento della rassegna, realizzata a quattro mani con Ana Roš, del Ristorante Hisa Franco (Slovenia).

Un menu in cui la cucina tradizionale veneta, che trova in Barbesin uno dei suoi massimi interpreti grazie all’abilità dello chef Fabrizio Guizzo, ha sposato l’approccio più tecnico proposto da Ana Roš, riuscendo ad integrare perfettamente le due interpretazioni della materia prima. Una cena in cui il fungo è stato l’assoluto protagonista, dimostrando che la qualità del prodotto è il punto da cui partire per l’ideazione e la realizzazione di qualsiasi piatto: dal grande classico alla proposta totalmente innovativa la parola d’ordine deve essere dunque qualità assoluta.

Dopo l’aperitivo in giardino, dove si sono potute gustare le eccellenze casearie della Latteria Perenzin la cena si è aperta a tavola con il Carpaccio di porcini con pera, mousse di formaggio e aceto di lamponi firmato da Ana Roš, per proseguire con le proposte di Barbesin: Tronchetto croccante di zucca e porcini alle spugnole, Zuppetta suprema ai porcini e gramiglia di patate, Risotto ai finferli, Cappello del prete ai funghi e polenta. Dolce chiusura con Mocaccino alle nocciole con crema cappuccino accompagnato dai distillati firmati Castagner.
Ed ora Cocofungo si sposta a Nervesa della Battaglia: dal 10 al 14 ottobre al Ristorante Miron di Nervesa della Battaglia (Tv) saranno di scena le proposte di Armijn van Nierop dell’Hostellerie Vangaelen (Olanda) e di Andrea Miron.